Parete divisoria monolitica in vetro strutturale tutt’altezza

è una parete interna mobile di ultima generazione con sola funzione di separazione, disponibile in quattro soluzioni formalmente diverse e una molteplice varietà di profili:
• unica® r Guida con sezione a “T” per vetro singolo.
• unica® c Guida con sezione curva per vetro singolo.
• unica® u Guida con sezione a “U” per vetro singolo.
• unica® d Guida a sezione rettangolare per vetro doppio.
• unica® slim Guida a sezione ridotta, profilo rettangolare per vetro singolo.
• unica® sc1 Guida e montante a scatto a sezione rettangolare per vetro singolo con spessore fino 12,5 mm.
• unica® sc2 Guida e montante a scatto a sezione rettangolare per vetro singolo con spessore fino 19,5 mm.
• unica® s Guida a sezione rettangolare o curva, per vetro singolo o doppio, con montanti attrezzabili per la sospensione di accessori (contenitori, mensole e tende a rullo).

La parete divisoria monolitica in vetro strutturale

è costituita da una struttura in estrusi di lega di alluminio 6060 UNI 9006/1(guide a pavimento e soffitto, montanti, partenze a muro forniti di serie in finitura anodizzata argento e, a richiesta, in altri colori.) predisposta per accogliere pannelli di chiusura: in cristallo di sicurezza, pannelli speciali in vetro-legno, pannelli in legno o altri materiali monolitici a richiesta.
Le guide a pavimento e soffitto ed i profili a muro consentono il perfetto livellamento della parete sia in orizzontale che in verticale e la perfetta chiusura contro i paramenti murari esistenti.
I moduli ciechi sono realizzati con pannelli a base di particelle di legno (truciolare) nobilitati su entrambe le facce con carta melamminica e rifiniti perimetralmente con bordi in ABS.
Il sistema è dotato di un elemento di connessione d’angolo variabile che permette connessioni a 2 e 3 vie.
Nei moduli vetrati, i particolari profili ad “H” creati per accostare i vetri senza dover inserire ulteriori montanti sono in alluminio o in policarbonato trasparente.
I vetri impiegati, con finitura trasparente o acidata, presentano caratteristiche di sicurezza e sono stratificati 10/11 mm. o temperati, sono inoltre possibili lavorazioni grafiche a richiesta.

Le porte, disponibili nella tipologia a battente o scorrevole, possono essere fornite sia ad altezza standard sia ad altezza di parete. Il tipo a battente può avere l’anta: in legno, in vetro intelaiato e solo in vetro. Il tipo scorrevole è realizzabile in legno o vetro. Nelle ante in legno o con vetro intelaiato, le cerniere previste sono: standard ad “anuba”, in alluminio e acciaio con apertura a 180°, a scomparsa, regolabili su tre assi, con apertura a 180°. Nelle ante in solo vetro(lastra temperata, con finitura trasparente o acidata, di spessore 10 mm.) le cerniere previste sono: con apertura a 110° o 180°, a bilico in alluminio e acciaio, con apertura a 180°, lineari in alluminio e acciaio con apertura a 180°, lineare invisibile(realizzata con un profilo di alluminio incollato sul bordo, che rimane, in configurazione di chiusura, completamente nascosta dal profilo di battuta del controtelaio). Gli stipiti delle porte ed i montanti, realizzati in profili estrusi di alluminio a “cannocchiale” e dotati di guarnizioni di battuta in PVC, in colore grigio RAL 9006, permettono l’alloggiamento di eventuali cavi elettrici e l’inserimento di punti di comando a frutto singolo. Le porte sono dotate di una ricca gamma di maniglie commerciali o dal design esclusivo che può essere ulteriormente incrementata grazie all’impiego di serrature con piastra universale adatte anche all’installazione di articoli fuori catalogo.
Per consentire un adeguato cablaggio della parete, è previsto un modulo apribile in alluminio estruso; studiato per favorire l’installazione di punti luce, punti presa, termostati, sensori di allarmi ed altre apparecchiature dimensionalmente compatibili.

La parete divisoria monolitica in vetro strutturale può contribuire a modificare le caratteristiche acustiche degli spazi in cui viene inserita, grazie all’installazione di pannelli di chiusura denominati acustico.
La parete unica® s, perfettamente integrabile con le altre versioni, si caratterizza per i montanti strutturali estrusi in lega di alluminio 6060 UNI 9006/1 dotati di cave atte al fissaggio di contenitori (a giorno, ad anta, a ribalta, a cassetti) ed accessori (mensola in legno, mensola in legno e vetro, cappelliera, tenda a rullo).

Caratteristiche tecnico funzionali della parete divisoria monolitica in vetro strutturale

Flessibilità d’impiego:

la parete divisoria monolitica in vetro strutturale è stata studiata per semplificare le operazioni di montaggio in modo da permettere, successivamente, di variare la configurazione originariamente installata.
Coordinamento dimensionale: la parete non si basa su elementi strettamente modulari predeterminati e coordinati, fatti salvi i moduli porta, le configurazioni di progetto possono essere studiate “su misura”, in base alle caratteristiche dimensionali degli spazi da arredare.

Montaggio:

la sequenza di montaggio è la seguente: fissaggio delle guide a pavimento e soffitto; installazione dei montanti laterali o delle partenze a parete; inserimento, con semplici movimenti di traslazione orizzontale e verticale, dei pannelli di chiusura, dei profili verticali di giunzione tra i pannelli, dei profili d’angolo.
Il fissaggio avviene a carico di viti e tasselli o, su richiesta, mediante collanti speciali, per evitare di praticare fori su muri d’ambito, pavimenti e soffitti di pregio.Il cablaggio elettrico può avvenire verticalmente, all’interno dei profili montanti o in speciali profili ispezionabili.

Intercambiabilità degli elementi:

la parete divisoria monolitica in vetro strutturale può essere trasformata, rispetto al layout originario, senza intervenire sui profili montanti intermedi o a parete e senza che ciò comporti danneggiamento o degrado dei componenti smontati e a quelli ad essi adiacenti.

Integrabilità:

le pareti unica® possono essere perfettamente integrate tra loro e con la parete divisoria attrezzata a contenitore quadra®.

Adattabilità dimensionale:

l’intero sistema consente di assorbire eventuali differenze dimensionali degli spazi di destinazione attraverso componenti predeterminati di serie. I profili orizzontali (a soffitto e pavimento) e verticali (a parete) consentono di effettuare operazioni di livellamento da 0 a +20 mm.
Variabilità tipologica: la parete è stata studiata per consentire allestimenti adatti a soddisfare le esigenze estetiche e funzionali connesse con i più moderni criteri progettuali riguardanti gli spazi di lavoro.

Componibilità:

gli schemi distributivi e compositivi richiesti possono essere soddisfatti mediante sistemi di giunzione stabili e solidi che permettono connessioni, ad angolo retto o ad angolo variabile: a) in linea(a 1 via), b) ad “L” (a 2 vie), c) a “T” (a 3 vie), d) A “X” (a 4 vie)

Ricollocabilità e recuperabilità:

le operazioni di montaggio e smontaggio in altro luogo possono essere eseguite senza danneggiamento o degrado dei componenti, utilizzando lo stesso sistema di fissaggio originario. Il grado di recuperabilità dei componenti, trattandosi di un sistema “su misura”, varia a seconda delle caratteristiche degli spazi nei quali verrà rimontata la parete.

Manutenibilità:

la parete divisoria monolitica in vetro strutturale, essendo costituita da superfici in vetro, pannelli a base di legno nobilitati e struttura in alluminio anodizzato, è lavabile con detersivi liquidi neutri di uso comune.

.