Parete divisoria mobile acustica

La parete divisoria acustica è un sistema di pareti interne mobili attrezzate, ad elevato potere fono isolante, con sola funzione di separazione, fornita in due soluzioni formalmente diverse:
• metrica® d Parete completamente in vetro ad elevato potere fono isolante; in versione mono o doppia lastra, senza montanti strutturali..
• metrica® Parete composta da pannelli ciechi a base di particelle di legno, con interposto materassino fonoassorbente.

La parete divisoria mobile acustica

ha spessore 100/104 mm, è costituita da una struttura portante in profilati verticali di lamiera zincata UNI EN 10143, assemblati meccanicamente, orizzontalmente è controventata da profilati sagomati dello stesso materiale. Nei punti di contatto tra montante e pannelli di chiusura è interposta una guarnizione morbida in veolene, avente funzione di tenuta e di fuga marcapannello.
I montanti sono dotati di asolatura a cremagliera, con fori rettangolari a passo 32 mm, atta ad accogliere i ganci a baionetta di ancoraggio dei pannelli ciechi.
Le operazioni di livellamento verticali sono assicurate da due piedini regolabili manualmente, posti a livello del pavimento e del soffitto.
Le guide a pavimento ed a soffitto sono costituite da profili estrusi in lega di alluminio 6060 UNI 9006/1.
I profili di partenza a parete sono realizzati con profilati di lamiera di alluminio. Tali profili, di contatto con le strutture d’ambito, consentono il perfetto livellamento della parete sia in orizzontale che in verticale e la perfetta chiusura contro i paramenti murari esistenti.
Il sistema è dotato di profili d’angolo estrusi in alluminio, fissi e variabili, che permettono connessioni a 2/3/4 vie.
La parete completamente vetrata si caratterizza per la presenza di UNA(metrica D1) o DUE(metrica D2) lastre in vetro stratificato di spessore fino a 12,5 mm o temperato 10 mm, con funzione strutturale e di chiusura.
La funzione di contenimento dei vetri è garantita da un sistema di profili estrusi di lega di alluminio 6060 UNI 9006/1 di serie in finitura anodizzata argento(a richiesta, in altri colori), le sigillature sono assicurate da profili coestrusi in pvc in colore grigio RAL 9006 e, in corrispondenza dei punti di contatto con le murature d’ambito, con guarnizioni biadesive aventi funzione meccanica e acustica.
Le operazioni di livellamento verticali sono assicurate da piedini regolabili manualmente, posti a livello del pavimento e del soffitto.
La parete non prevede pannelli di aggiustaggio superiori o in corrispondenza delle partenze da pareti di muratura. Ogni modulo è realizzato a misura, sia verticalmente che orizzontalmente.
In corrispondenza dei punti di giunzione con i moduli ciechi e delle partenze dalle murature d’ambito, la parete è provvista di montanti strutturali in profilati di lamiera zincata. Nei punti di contatto tra montante e pannelli di chiusura è interposta una guarnizione morbida in veolene, avente funzione di tenuta e di fuga marcapannello.
La presenza di due lastre in vetro stratificato 6+0,38+6 mm e di un’importante camera d’aria di interposizione consente di ottenere elevati valori di fono abbattimento, migliorati ulteriormente da:
a)schiumatura , con poliuretano espanso di una delle cave del profilo strutturale orizzontale in alluminio.
b)striscia in gomma ad altissima densità e potere fono-impedente a sigillatura delle guide di base e sommitale.
L’inserimento dei suddetti materiali coibenti garantisce anche la riduzione della trasmittanza termica.
I moduli ciechi sono realizzati in pannelli a base di particelle di legno (truciolare) nobilitati su entrambe le facce con carta melamminica e rifiniti perimetralmente con bordi in ABS.
La parete non prevede pannelli di aggiustaggio superiori o in corrispondenza delle partenze da pareti di muratura, ogni modulo è realizzato a misura, sia verticalmente che orizzontalmente.
metrica® d consente di ottenere elevati valori di fono abbattimento grazie all’inserimento, tra i pannelli lignei, di materiali differenti tra loro per morfologia e massa:
a)strato coibente interno costituito da una lastra in cartongesso sp=12,5 mm.
b)pannelli fibrosi ad elevato potere fonoassorbente.
c)striscia in gomma ad altissima densità e potere fono-impedente a sigillatura delle guide di base, sommitale e di contatto con le murature d’ambito.
d)schiumatura, con poliuretano espanso, di una delle cave del montante in profilato metallico.
L’inserimento dei suddetti materiali coibenti garantisce anche la riduzione della trasmittanza termica.
Le porte della parete metrica® d, disponibili nella tipologia a doppio vetro o cieche, si caratterizzano per avere spessore di 100/104 mm, identico a quello della parete, per avere un telaio a doppio battente e doppia guarnizione e per essere fornite anche con altezza pari a quella del vano in cui vengono installate, senza quindi sopraluce.
L’anta in vetro è costituita da un telaio, in profili estrusi in lega di alluminio 6060 UNI 9006/1, predisposto per accogliere due vetri temperati a massa differenziata. La presenza del doppio battente, della doppia guarnizione e del dispositivo antispiffero di chiusura a ghigliottina, garantiscono un ottimale isolamento acustico.
Ogni anta è fornita di cerniere a scomparsa regolabili sui tre assi, con apertura a 180°.
L’anta in legno è costituita da un telaio, in profili estrusi in lega di alluminio 6060 UNI 9006/1, predisposto per accogliere due pannelli in truciolare nobilitato, tra i quali vengono interposti materassini di materiale isolante, con funzione meccanica ed acustica.
Gli stipiti delle porte, realizzati in profili estrusi di alluminio, sono dotati di guarnizioni di battuta in PVC, in colore grigio RAL 9006, permettono l’alloggiamento di eventuali cavi elettrici e l’inserimento di punti di comando a frutto singolo.
Le porte sono dotate di una ricca gamma di maniglie commerciali o dal design esclusivo.

Flessibilità d’impiego:

il sistema metrica® è stato studiato per semplificare le operazioni di montaggio e quelle di ispezione connesse con il concetto di attrezzabilità della parete. Risulta, pertanto, estremamente agevole la variazione successiva della configurazione spaziale originaria.

Coordinamento dimensionale:

la parete si basa su elementi strettamente modulari predeterminati e coordinati, finalizzati alla chiusura dei vani in multipli e sottomultipli standard. Un aspetto peculiare del servizio offerto da Musa ai propri Clienti è rappresentato dalla possibilità di rendere attuabili configurazioni di progetto “su misura”, in base alle caratteristiche dimensionali degli spazi da arredare o in base alle esigenze della Clientela.

Montaggio:

la sequenza di montaggio è la seguente: fissaggio delle guide a pavimento e soffitto; installazione dei montanti strutturali, dei controventi, delle partenze a parete e degli angolari; livellamento tramite i piedini regolabili dei montanti strutturali; inserimento dei pannelli di chiusura, ciechi o vetrati.
Il fissaggio avviene a carico di viti e tasselli o, su richiesta, mediante collanti speciali, per evitare di praticare fori su muri d’ambito, pavimenti e soffitti di pregio.
Il cablaggio ed altri accessori di impianti elettrici, telefonici, informatici, ed eventualmente tubazioni di altri impianti, è perfettamente contenibile all’interno della parete, anche nelle parti vetrate, nei telai delle porte e in appositi moduli verticali ispezionabili.

Intercambiabilità degli elementi:

la parete può essere trasformata, rispetto al layout originario, senza intervenire sui profili montanti intermedi o a parete e senza che ciò comporti danneggiamento o degrado dei componenti smontati e a quelli ad essi adiacenti.
Integrabilità: le pareti del sistema metrica®, possono essere perfettamente integrate tra loro e con la parete divisoria attrezzata a contenitore quadra®.

Adattabilità dimensionale:

l’intero sistema consente di assorbire eventuali differenze dimensionali degli spazi di destinazione attraverso componenti predeterminati di serie. I profili orizzontali(a soffitto e pavimento) e verticali(a parete) consentono di effettuare operazioni di livellamento da 0 a +25 mm.

Variabilità tipologica:

la parete è stata studiata per consentire allestimenti adatti a soddisfare le esigenze estetiche e funzionali connesse con i più moderni criteri progettuali riguardanti gli spazi di lavoro.

Componibilità:

gli schemi distributivi e compositivi richiesti possono essere soddisfatti mediante sistemi di giunzione stabili e solidi che permettono connessioni, ad angolo retto o ad angolo variabile: a) in linea(a 1 via), b) ad “L” (a 2 vie), c) a “T” (a 3 vie), d) A “X” (a 4 vie).
Ricollocabilità e recuperabilità: le operazioni di montaggio e smontaggio in altro luogo possono essere eseguite senza danneggiamento o degrado dei componenti, utilizzando lo stesso sistema di fissaggio originario. Il grado di recuperabilità dei componenti, trattandosi di un sistema “su misura”, varia a seconda delle caratteristiche degli spazi nei quali verrà rimontata la parete.

Manutenibilità:

la parete, essendo costituita da superfici in vetro, pannelli a base di legno nobilitati e struttura in alluminio anodizzato, è lavabile con detersivi liquidi neutri di uso comune.